Viabilità a Montescudaio: e i soldi dell’autovelox?

2011 Febbraio 28
by IPC Montescudaio

Il Sindaco Pellegrini ha recentemente dichiarato che la rimozione dell’autovelox di Montescudaio sarà solo temporanea in quanto trattasi di un impianto indispensabile per la sicurezza stradale. Non abbiamo i dati per verificare o confutare tale affermazione e dunque la prendiamo per buona. Abbiamo invece alcuni dati che riguardano le entrate che il Comune ha ricavato dall’autovelox: 114.000 euro nel 2005, 514.000 euro nel 2006, 352.000 euro nel 2007, 121.000 euro nel 2008, 578.000 euro nel 2009 e circa 580.000 nel 2010. Totale circa 1.900.000 euro in sei anni. Ad oggi le entrate dell’autovelox rappresentano il 25% delle entrate complessive dell’ente, il che spiega (molto di più rispetto alle preoccupazioni per la sicurezza stradale) l’affezione del Sindaco per la macchinetta.

Con tanti soldi a disposizione tolti dalle tasche degli automobilisti non diciamo che il Comune dovrebbe avere le strade lastricate d’oro, ma almeno ci si aspetterebbe che siano in condizioni decenti. Invece non è così: il Comune inizia delle opere come il Parcheggio di Piazza Gherardini e non le finisce, lasciando il paese senza parcheggi, la frana che blocca la provinciale (di cui il Comune è ovviamente incolpevole) manda ulteriormente in tilt il traffico, le strade comunali di campagna sono piene di poggi e buche.

Ovviamente il Comune ha operato nel rispetto della normativa vigente, che consente di utilizzare una parte dei proventi dell’autovelox per finanziare le spese correnti, ma se la parte vincolata delle entrate fosse stata utilizzata meglio, e quella non vincolata fosse stata utilizzata per le strade e non per tutt’altro probabilmente oggi non saremmo in questa situazione.

Il Capogruppo Consiliare
Fabio Tinelli Roncalli

Nessun commento finora

Lascia un commento

Note: Puoi usare alcuni tag XHTML nei commenti. La tua email non sarà mai pubblicata

Iscriviit ai commenti via RSS