COMPRENSORIO DI BONIFICA. NON PAGATE !

2012 Marzo 15
tags:
by IPC Montescudaio

In relazione agli avvisi di pagamento pervenuti a moltissimi cittadini in questi giorni trasmettiamo l’invito del Comitato No Consorzi di Bonifica:

Per Insieme per Cambiare Montescudaio

Il Capogruppo Consiliare
Fabio Tinelli Roncalli

Per Insieme per Cambiare Riparbella

Il Capogruppo Consiliare
Emilio Mancini

COMPRENSORIO DI BONIFICA
NON PAGATE !

In questi giorni stanno arrivando ai cittadini della Alta e Bassa Val di Cecina gli avvisi bonari spediti dalla Società SEPI per conto della ex Comunità Montana A.V.C. relativi al pagamento della bonifica per l’anno 2011.
INVITIAMO TUTTI I CITTADINI A NON PAGARE, sia perché sono avvisi bonari per cui chi non paga non corre alcun rischio, né quello di vedersi aumentare l’importo né tanto meno quello di eventuali azioni legali, soprattutto ora che abbiamo vinto tutti i ricorsi fin qui discussi dalle commissioni tributarie provinciali (ad oggi siamo oltre 170 ricorsi vinti e zero persi).
Abbiamo ottenuto piena giustizia su una tassa imposta senza nessuna motivazione, ma ora, tutti insieme, dobbiamo estendere la nostra azione tesa a invitare sempre più cittadini a fare ricorso per indurre gli Enti preposti, Regione in testa e poi anche l’Unione dei Comuni, ad abolire questa gabella.
Ricordiamo nell’occasione che stiamo predisponendo il materiale per indire un referendum regionale per l’abrogazione di alcuni articoli della legge regionale relativa alla bonifica.
Inoltre vogliamo fare appello al senso civico di tutti i cittadini chiamati a sottostare questo balzello affinché, prima di pagare, riflettano se, in questi anni, abbiano davvero visto la realizzazione d’opere di bonifica tali da portare un beneficio diretto alle loro proprietà e una rivalutazione economica di esse. Oppure, come sosteniamo noi del “Comitato no consorzi di bonifica” e le Commissioni Tributarie Provinciali che hanno accolto i nostri ricorsi, che non é possibile estendere questo tributo a tutti i cittadini indistintamente, che essi abbiano o meno tratto un beneficio diretto dalle opere di bonifica.
Siamo sempre più convinti che i cittadini non siano più disponibili a pagare dei soldi per fedeltà e coerenza politica ma solo se ricevono dei servizi davvero utili.

Comitato no consorzi di bonifica

Un commento leave one →
  1. 2013 Gennaio 21
    Brunori Mauro permalink

    Come é possibile pagare il consorzio per chi abita in una cittadina, Cecina. dove già c’é il comune che provvede ai servizi ed alla manutanzione del territorio comunale.

Lascia un commento

Note: Puoi usare alcuni tag XHTML nei commenti. La tua email non sarà mai pubblicata

Iscriviit ai commenti via RSS