Emergenza idrica, servono interventi condivisi e pianificati.

2012 Settembre 21
tags:
by IPC Montescudaio

L’emergenza idrica è finita ma non è risolta. Se non verranno studiati e pianificati interventi strutturali per rispondere alla prossima inevitabile crisi idrica a breve saremo di nuovo allo stesso punto di quest’estate, visto che la sempre minore disponibilità di acqua e i sempre maggiori consumi sono tendenze destinate a continuare. E’ necessario che la politica non si faccia trovare impreparata ma intervenga per gestire il fenomeno attraverso un serio piano di intervento e prevenzione. Non sono più accettabili eventi come quelli che hanno portati alla distruzione del Lago di Santa Luce con tutto il rivoltante teatrino di rimpallo di responsabilità che ne è conseguito.
Per questo il gruppo consiliare delle Liste Civiche ha ritenuto di portare la questione all’attenzione dell’Unione dei Comuni dei Colli Marittimi Pisani chiedendo al Presidente e ai sindaci con una mozione di impegnarsi “predisporre, sentiti gli enti competenti sovraordinati ed il gestore del servizio idrico, preso atto degli interventi effettuati nell’estate 2012 dai singoli comuni ed in particolare dal Comune di Montescudaio, un piano di interventi adeguati a contenere e mitigare le prossime situazioni di emergenza idrica, tenendo conto dei principi fondamentali statuiti dalla Legge 36/94 che stabiliscono la prevalenza dell’uso pubblico dell’acqua”.

Ci auguriamo di trovare la disponibilità della politica e che all’approvazione della mozione corrispondano anche dei fatti. Il recente intervento del Prefetto di Pisa sulla questione, dove vengono sollevate alcune perplessità sull’operato del gestore del servizio idrico, non fa che confermare la necessità di un forte intervento politico in materia.

Ulteriore questione su cui le Liste Civiche hanno presentato una mozione è la assoluta necessità di ottenere dati aggiornati dei prelievi ad uso industriale. Non si può pianificare nulla se continua a regnare la più totale opacità sulle dimensioni esatte e sulla tempistica di tali prelievi. Anche su questa questione le Liste Civiche hanno predisposto una mozione con cui si propone di “richiedere agli enti competenti (ATO, gestore del servizio idrico, titolari di concessioni, ecc.) i dati aggiornati all’agosto 2012 dei prelievi idrici presso tutti i punti di prelievo situati nel territorio dell’Unione, dati che dovranno essere certificati e disponibili mese per mese. Rendere celermente disponibili questi dati al Consiglio dell’Unione e/o ad un’apposita commissione.”

Il Capogruppo Consiliare “Movimenti Civici” Unione dei Comuni dei Colli Marittimi Pisani

Fabio Tinelli Roncalli

Nessun commento finora

Lascia un commento

Note: Puoi usare alcuni tag XHTML nei commenti. La tua email non sarà mai pubblicata

Iscriviit ai commenti via RSS