Unione dei Comuni: nessuno scambio, nessun patto da parte di IPC

2012 dicembre 10
by IPC Montescudaio

In relazione all’intervento del consigliere di Casale Volterrani, apparso sul Tirreno (disponibile qui), vogliamo chiarire che l’approvazione delle modifiche statutarie dell’Unione dei Comuni non è stato uno scambio con le dimissioni del Sindaco di Riparbella Fontanelli, ma un gesto di responsabilità istituzionale e giudicare le complesse vicende di Riparbella solo per il tramite delle dichiarazioni di un Sindaco che ha sempre dimostrato di non vivere la realtà é alquanto superficiale.
L’Unione dei Comuni non ci piace ora più di quanto non ci piaceva l’anno scorso, anzi non siamo per nulla soddisfatti dell’attività svolta in un anno: si è pensato moltissimo alla tutela degli interessi dei dipendenti e molto meno ai cittadini e nulla si é fatto per far crescere e diffondere la cultura dell’unione. La mancata approvazione delle modifiche dello Statuto non avrebbe cambiato di una virgola la situazione anzi, avrebbe mantenuto in vita uno Statuto scritto male come denunciato alla sua nascita e la sua modifica non é altro che l’ammissione, da parte dei partiti di maggioranza, che le critiche di IPC erano giuste e fondate.
Per quel che ci riguarda, l’obiezione è che si è fatto troppo poco, ma non è un buon motivo per votare contro il poco che è stato fatto, se giusto.
IPC é stata coerente nei Consigli Comunali e nell’Unione con un opposizione durissima verso tutte le scelte sbagliate. A Riparbella il Sindaco Fontanelli ha collezionato in tre anni gravissimi errori politici e amministrativi, il debito dei suoi tanti errori é ora sulle spalle di tutti i Comuni dell’Unione. Il consigliere Volterrani farebbe bene a chiedere ai rappresentanti il PD e il PSI spiegazione delle attestazioni di stima e solidarietà all’ex sindaco Fontanelli, partiti che gli hanno permesso di far danni e per i quali egli ancor oggi sarebbe Sindaco dimostrando con quale grave irresponsabilità questi soggetti gestiscano i nostri Comuni. Da parte sua IpC ha dimostrato che un gruppo di cittadini con posizioni culturali e storie diverse e una visione del mondo che va oltre le divisioni ideologiche del novecento può ottenere quei risultati che un opposizione frammentate e limitata a posizioni utilitaristiche iper-localiste o semplicemente ideologiche mai ha ottenuto e mai otterrà, un segnale chiaro per tutti coloro che ancora credono in un vero cambiamento.

Per Insieme per Cambiare Montescudaio
Fabio Tinelli Roncalli

Per Insieme per Cambiare Riparbella
Alessandro Lucibello Piani

Nessun commento finora

Lascia un commento

Note: Puoi usare alcuni tag XHTML nei commenti. La tua email non sarà mai pubblicata

Iscriviit ai commenti via RSS