Discoteca e Fiorino, il far west del sabato sera

2013 Agosto 12
tags:
by IPC Montescudaio

La presenza di una discoteca al limitare del confine di Montescudaio, in territorio di Cecina ma con l’accesso dalla viabilità sita in Comune di Montescudaio, sta generando una situazione intollerabile per i residenti del Fiorino e per quanti transitano sulla provinciale dei tre comuni nei giorni di apertura del locale.
Si formano enormi code per accedere al locale con situazioni pericolosissime per la sicurezza stradale, e le strade del Fiorino sono invase da macchine e da giovani con comportamenti non proprio ortodossi. A questo si aggiunge il problema dell’inquinamento acustico con le emissioni che arrivano a distanze considerevoli creando disturbo a turisti e residenti.
Il Comune di Montescudaio non è responsabile della situazione, se non per quanto riguarda la viabilità, anche se il sindaco ha preparato un’ordinanza che però non potrà che avere carattere di contingibilità e urgenza, ovvero una toppa ad una situazione che non può essere risolta che dal Comune di Cecina, il quale non sembra granché interessato.
Si tratta dell’ennesimo problema provocato dal fatto che Comuni limitrofi non si parlano, che manca una qualsiasi politica di area. Il Comune di Cecina permette l’apertura di una discoteca senza interessarsi della viabilità di Montescudaio, come il Comune di Montescudaio si disinteressa di dove vanno a finire i reflui fognari del Fiorino, o progetta una pista ciclabile che finisce nel nulla al confine di Cecina perché non si è trovato l’accordo per proseguirla.
Situazioni particolarmente evidenti al Fiorino perché posto al confine tra due Comuni, ma diffuse ovunque. Gli amministratori dei vari Comuni, anche se spesso appartenenti allo stesso partito, quasi mai riescono a collaborare per l’interesse comune e per uscire dai campanilismi, ma ognuno pensa al proprio orticello disinteressandosi del vicino, anzi a volte cercando di fregarlo. E’ evidente che il declino sempre più evidente nella nostra zona non potrà essere arrestato che uscendo da questa situazione o attraverso un cambiamento di mentalità degli amministratori, che sembra improbabile, o attraverso cambiamenti istituzionali di riduzione degli enti locali che permettano di evitare questo grottesco scaricabarile di responsabilità.

Nessun commento finora

Lascia un commento

Note: Puoi usare alcuni tag XHTML nei commenti. La tua email non sarà mai pubblicata

Iscriviit ai commenti via RSS