Crisi dell’Unione dei Comuni, tanto rumore per nulla?

2014 Agosto 21
by IPC Montescudaio

Abbiamo assistito ieri sera al Consiglio dell’Unione dei Colli Marittimi Pisani, convocato urgentemente in seguito alle dimissioni “irrevocabili” del Presidente Federico Lucchesi.
Vista la gravità della situazione e la serietà personale del Presidente dimissionario ci aspettavamo una discussione politica approfondita che indicasse chiaramente i motivi e le responsabilità connesse alla situazione ma purtroppo ciò non è avvenuto. Vi è invece stata una pedissequa lettura da parte del Sindaco di Montescudaio di un inutile documento in politichese che non diceva in sostanza nulla, se non un impegno ipotetico ad aprire i consigli e le giunte dell’unione ad una maggiore partecipazione, cosa importante ma certo non risolutiva.
Chi fosse stato presente al consiglio di ieri non può non avere avuto l’impressione che i veri motivi di questa crisi non siano stati non diciamo risolti ma nemmeno discussi e affrontati pubblicamente, cosa che non dispone certo a favore della tanto sbandierata trasparenza.
Facciamo i nostri auguri al rieletto Presidente, oggettivamente l’unica persona allo stato attuale in grado di mantenere la rotta dell’Unione dei Comuni (anche se coltiviamo alcune perplessità sulla rieleggibilità del Presidente, visto che lo Statuto prevede la rotazione della Presidenza tra i Sindaci) ma non possiamo che rinnovargli alcuni inviti: un invito alla trasparenza nel rendere noti a tutti i motivi della crisi, un invito a spiegare, quando dovrà presentare le linee programmatiche del secondo mandato, come intende fare per tirare fuori l’Unione dei Comuni dalle secche in cui si è arenata, un invito a far sì che, in seguito alla assegnazione delle deleghe ai Sindaci-Assessori, ognuno si prenda degli impegni ben precisi su cosa intenderà fare nelle materie di propria competenza, in modo che i cittadini possano ben giudicare tra qualche anno la capacità di tutti nel far seguire alle parole i fatti.

Nessun commento finora

Lascia un commento

Note: Puoi usare alcuni tag XHTML nei commenti. La tua email non sarà mai pubblicata

Iscriviit ai commenti via RSS