Rifiuti a Montescudaio: servono fatti non passerelle

2014 luglio 11
tags:
by IPC Montescudaio

Apprendiamo con un certo stupore che il neoeletto Sindaco di Montescudaio ha deciso di indire una giornata dedicata alla tematica Rifiuti Zero. Lo stupore ci deriva dal fatto che per dieci anni l’amministrazione precedente, di cui questa giunta altro non è che una peggiore prosecuzione, nnulla hanno fatto in materia di raccolta differenziata.
Ricordiamo, per gli ignari consiglieri comunali di maggioranza neoeletti forse all’oscuro del passato, alcuni fatti:

  1. Non vi è stato negli ultimi anni nessun cambiamento nel sistema di raccolta dei rifiuti che andasse al di là della logica perversa del cassonetto e verso riciclo, riuso e riduzione. Di conseguenza le percentuali di raccolta differenziata sono a livelli molto bassi, con conseguenti oneri per i cittadini.
  2. E’ stata creata, senza alcun raziocinio e programmazione, un’isola ecologica a Poggio Gagliardo con grave spreco di soldi pubblici, visto che non si hanno le risorse per mantenerla aperta ed è praticamente inutilizzata visto il limitatissimo orario di apertura.
  3. Continua il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti presso i cassonetti e nulla è stato fatto per impedirlo, con grave danno per il decoro del paese e costi per le finanze del Comune
  4. Infine, ma forse è la questione più importante, è ormai palese che la questione rifiuti non possa essere affrontata a livello comunale: qualsiasi cambiamento nel servizio svolto nei comuni limitrofi influisce pesantemente anche sul nostro e la questione dei rifiuti va affrontata perlomeno a livello di Unione dei Comuni, che peraltro ha già iniziato a svolgere un buon lavoro in materia e ci stupiamo che non sia stata coinvolta nella questione, ma anzi si parta con l’ennesima iniziativa locale come la consulta rifiuti limitata a Montescudaio. Vuol dire che si comincia ad affrontare col piede sbagliato la questione.

    Quindi meno cene e meno passerelle di politici famosi, ma più fatti concreti e collaborazione con i vicini.

2 Commenti leave one →
  1. 2014 luglio 15
    elisa permalink

    Salve a tutti,
    vedo anche io con mio grande stupore che è arrivata, forse in ritardo o forse troppo in anticipo, la notizia della I° Giornata Rifiuti Zero anche a voi. Visto che molto probabilmente pochi di voi erano presenti e che gli stessi non hanno, visto quello che viene scritto, riportato a dovere l’evolvesi e gli argomenti trattati durante la giornata, vi invito a leggere l’articolo uscito sul Tirreno dove viene data risposta alle tematiche da voi sollevate. Il mio invito, quale neoconsigliera forse all’oscuro del passato, è quello di impiegare le vostre forze ( a quello che vedo e leggo ne avete tante ) in azioni propositive e di dialogo. Per chi di voi non lo sa, in sede di consiglio comunale lo scorso venerdì è stata istituita una Consulta Rifiuti Zero Montescudaio, alla quale ogni cittadino interessato può partecipare dicendo e proponendo le proprie idee per gestire al meglio il problema dei rifiuti nella nostra comunità. Sempre in consiglio comunale ( al quale, se non lo sapete, ogni cittadino può assistere ) è stata esplicitata più volte la volontà di gestire il problema rifiuti a livello sovracomunale da inizio del 2015. Sempre in sede di consiglio comunale ed anche durante la conferenza , è stato presentato il progetto Waste Map per far fronte al problema delle discariche abusive. Per quanto riguarda la cena di sabato scorso, se foste venuti avreste avuto il piacere di acquistare un buonissimo aperitivo del Gruppo Acquisto Solidale di Casale M.Mo, associazione che promuove prodotti biologici del nostro territorio. Come vedete , c’è una spiegazione a tutto… o quasi. L’invito che vi faccio è quello di partecipare alle cose che vengono fatte, di non scrivere a prescindere, di vedere con i vostri occhi per sapere cosa criticare e come criticare. Personalmente faccio delle critiche un tesoro per migliorare ogni giorno, ma le critiche basate sull’ignoranza dei fatti fanno solo perdere tempo. Vi lascio con una frase di John F. Kennedy per augurarci un percorso basato sul dialogo, il confronto e una reciproca crescita.

    “Il cambiamento è una legge della vita e coloro che si ostinano a guardare sempre solo al passato o si concentrano unicamente sul presente possono essere sicuri di perdersi il futuro”

  2. 2014 luglio 24
    IPC Montescudaio permalink

    Si critica perché abbiamo visto come Sindaco e vicesindaco hanno (non) gestito la questione rifiuti per i dieci anni in cui sono stati nella precedente giunta. Per questo non c’è proprio nulla da aspettare e non si critica per prevenzione ma in base alle fallimentari esperienze passate. Non si può pensare che cambiando leggermente l’amministrazione le responsabilità precedenti scompaiano e si pretenda di fare tabula rasa.
    Se poi verrà fatto qualcosa di buono, non aperitivi e chiacchiere, saremo i primi a dirlo. Magari partendo dall’isola ecologica.
    Fabio Tinelli

Lascia un commento

Note: Puoi usare alcuni tag XHTML nei commenti. La tua email non sarà mai pubblicata

Iscriviit ai commenti via RSS