L’incapacità del Sindaco Fedeli ha distrutto l’Unione dei Comuni

2016 gennaio 21
by IPC Montescudaio

E’ di questi giorni la notizia dell’uscita di Guardistallo e Casale dall’Unione dei Comuni, che associata al percorso di fusione tra Riparbella e Castellina sancisce la fine dell’Unione dei Comuni.

 

L’Unione dei Comuni dei Colli Marittimi Pisani non ha mai avuto una vita facile fin dall’inizio. Ciò per una innegabile problematicità dell’istituzione, che tentava di ottenere i presunti vantaggi di efficienza collegati ad una maggiore dimensione, conservando l’autonomia dei singoli Comuni, senza riuscire ad ottenere nessuno di questi obbiettivi .
Abbiamo fin dall’inizio definito l’Unione un carrozzone, evidenziando come mancasse del tutto una progettualità condivisa e come nascesse solo sulla spinta di ottenere i vantaggi economici, consistenti in finanziamenti regionali che, come al solito accade, sono stati sprecati in iniziative inutili. L’aver avuto ragione non ci dà una grande soddisfazione comunque.

Tuttavia la nostra critica verso l’Unione non ci ha impedito di collaborare affinché, presa la decisione di farla, e spesi un sacco di soldi pubblici nella costituzione e riorganizzazione degli uffici, si cercasse di farla funzionare al meglio possibile, visto che ne andavano di mezzo i servizi ai cittadini. Abbiamo dovuto constatare come i pochi progressi fatti sotto le Presidenze Gruppelli e Lucchesi siano stati del tutto vanificati quando la Presidenza, per il principio di rotazione, è passata al Sindaco di Montescudaio, Simona Fedeli. Fedeli ha confermato tutta la propria incapacità a svolgere un ruolo istituzionale che richiede in primis doti di equilibrio e competenza. Fin dall’inizio non ha capito bene la differenza tra ruolo di Sindaco di un piccolo Comune e Presidente dell’Unione ponendosi di fronte agli altri Sindaci nel modo peggiore. Ha dimostrato ancora una volta la propria incapacità amministrativa, andando in crisi quando doveva prendere decisioni autonome senza qualcuno che le desse istruzioni. Naturale conseguenza di questo è stato il fuggi fuggi degli altri Sindaci dall’Unione, appena ci sono state le condizioni istituzionali per farlo.

Il lascito di questo fallimento per Montescudaio è una situazione molto incerta: nel migliore dei casi il dover riorganizzare completamente i servizi del Comune, nel peggiore la perdita totale dell’autonomia grazie ad un accorpamento forzato, magari senza nemmeno ascoltare i cittadini.

Abbiamo pertanto predisposto un’interrogazione in merito, pur dubitando che il Sindaco sia in grado di dare spiegazioni esaustive. Questo il testo che sarà discusso, perlomeno ci auguriamo, al prossimo consiglio comunale:

Considerato il processo in corso di fusione tra i Comuni di Riparbella e Castellina
Considerato che i Comuni di Guardistallo e Casale M.mo hanno manifestato la richiesta di uscire dall’Unione dei Comuni
Si chiede:

- quali siano le prospettive per il Comune di Montescudaio in tema di svolgimento delle funzioni ad ora delegate al Comune nel caso di mutamenti istituzionali.

- in particolare in caso di fuoriuscita di alcuni Comuni dell’Unione se alcune o tutte le funzioni continueranno ad essere svolte dall’Unione o se si prevede la creazione di gestione associate con i comuni fuoriusciti od altri
- in caso di fusione di  Comuni appartenenti all’Unione se il futuro Comune aderirà all’Unione e nel caso se si prevedono modifiche statutarie dell’Unione per bilanciarne la rappresentanza negli organi istituzionali
- se nel caso si verifichino entrambe le ipotesi sopracitate il Comune di Montescudaio preveda di rimanere nell’Unione con il comune risultante dalla fusione nonostante quanto previsto dall’articolo 5 comma 2 dello Statuto dell’Unione che prevede un numero di partecipanti non inferiore a 3
- se l’amministrazione di Montescudaio stia valutando, anche informalmente, ipotesi di fusione con altri comuni

 

 

 

 

Nessun commento finora

Lascia un commento

Note: Puoi usare alcuni tag XHTML nei commenti. La tua email non sarà mai pubblicata

Iscriviit ai commenti via RSS